Scuola Secondaria di II Grado

Coordinatore didattico
Padre Eraldo Cacchione S.J.

Scarica la versione 2018-2109 della Brochure Licei

PROGETTO EDUCATIVO E STRATEGIE METODOLOGICHE
La scuola secondaria di secondo grado del Gonzaga è articolata negli indirizzi liceali classico, scientifico, STEM (scientifico opzione scienze applicate) Ciascun indirizzo ha finalità proprie, ma tutti mirano alla formazione integrale della persona. L’obiettivo comune è la realizzazione del profilo in uscita dello studente ignaziano: uno studente intellettualmente competente, consapevole, compassionevole, contemplativo nell’azione, capace di fede, di collaborazione, impegnato per la giustizia.
In linea con le Indicazioni Nazionali, il percorso formativo dei nostri licei promuove il recupero critico della coscienza culturale, storicamente stratificata e complessa, propria di un cittadino europeo; l’unità della formazione culturale mutuata dalla tradizione umanistica; l’acquisizione di una sensibilità ai valori della solidarietà e della convivenza civile e democratica; la centralità dell’esperienza estetica e un concreto interesse per il patrimonio storico, artistico, antropologico; l’acquisizione di una mentalità scientifica che si esprima in un concreto interesse per le problematiche di epistemologia della scienza e per quelle relative alle applicazioni tecnologiche. La didattica è in linea con la sensibilità e l’approccio del mondo contemporaneo; anzi si propone in posizione di avanguardia. Le classi sono “aperte”, con la formula, unica in Italia, in cui il “canale” sostituisce la “sezione”. Per rendere migliore l’apprendimento degli studenti, la disposizione delle aule e degli altri ambienti di apprendimento (laboratori, sala musica) è stata fatta secondo il criterio del cluster: la scuola è stata ripartita in aree fisiche dedicate a specifiche classi; in più, le lezioni di matematica, fisica e scienze si svolgono in laboratorio. Non manca un’area della scuola dedicata all’animazione spirituale.

ARTICOLAZIONE DEL TEMPO-SCUOLA
L’orario è stato studiato in maniera “intelligente”: 5 giorni di lezione, dal lunedì al venerdì, con 7 moduli giornalieri di durata decrescente, per favorire i tempi naturali di concentrazione. Nei pomeriggi si svolgono laboratori tematici di approfondimento (robotica, film-making, educazione alla ricerca scientifica); si svolgono inoltre attività di ricerca e di certificazione linguistica (inglese e cinese, mentre francese e spagnolo vengono certificati attraverso le lezioni scolastiche), mentre i sabati sono dedicati ad attività creative e ricreative. Lo sport viene curato sia in classe, con ore di scienze motorie gestite con tre docenti in co-presenza, sia nel tempo pomeridiano attraverso la Polisportiva e l’organizzazione di tornei scolastici in diversi sport.

 

ORARIO SCOLASTICO

Le lezioni iniziano alle ore 8:00 e terminano alle ore 15:00, dal lunedì al venerdì. Il sabato l’offerta formativa è facoltativa e prevede diverse proposte educative.

Orario scolastico: 8:00 – 8:50; 8:50 – 9:40; intervallo 9:40 – 10:00/ 10:00-10.50; 10:50 – 11:40; 11:40 – 12:30; pausa pranzo 12:30 – 13:20/ 13:20 – 14:10; 14:19 – 15:00

NOVITA’: IL LICEO STEM

E’ un liceo scientifico opzione scienze applicate, con curriculum potenziato attraverso l’uso dell’autonomia scolastica (dentro i limiti del Regolamento sull’autonomia), con una prospettiva fortemente internazionale.

Il curriculum disegnato è quello di un liceo scientifico esigente: ha la seconda lingua non comunitaria e un super potenziamento del blocco matematica-fisica-informatica-scienze. Questo blocco di materie, tradotto in inglese, suonerebbe “STEM”. In particolare, questo liceo è pensato in modo da garantire già dal biennio delle basi ultra-potenziate in matematica, logica, fisica, statistica e programmazione, a cui si aggiungono ben 3 ore di laboratorio co-curriculare di educazione alla ricerca scientifica (research Fridays), da tenersi il venerdì pomeriggio o il sabato mattina con insegnanti ricercatori dalle università ed aziende partner. L’insegnamento di L2 prevede una lingua non comunitaria, e cioè il cinese, mentre le ore di scienze di base vengono fatte in modalità CLIL, nativamente in inglese. Infine, la dimensione umanistica viene recuperata attraverso i laboratori-accademia di “studi culturali”.

Guarda la Rassegna GONZAGA VERSO IL MODELLO CAMPUS

Articolazione delle lezioni del liceo STEM

I Research Fridays

***

IL BIENNIO DEI LICEI DEL GONZAGA
Il biennio, in larga parte comune ai tre indirizzi, mira alla acquisizione qualificata delle competenze linguistiche, delle competenze matematico-logiche e scientifiche, delle competenze artistiche e mediali, delle competenze digitali.
Le ore scolastiche prevedono l’uso dell’autonomia per potenziare alcune materie in modo da innalzare i livelli anche nell’indirizzo in cui essi sono più bassi. La ratio di questa didattica è quella di potenziare la formazione di base di tutti gli studenti, portando al massimo livello possibile le competenze di ciascuna delle materie comuni; e al contempo impone di valorizzare le doti della persona consentendo percorsi di eccellenza umana e “accademica’”, secondo le specificità dell’indirizzo scelto. Caratteristiche specifiche del nostro biennio sono:
La progettazione mirata degli ambienti di apprendimento (aule della disciplina e non più della classe, armadietti in cui riporre gli strumenti di lavoro, aule dotate di lavagne multimediali interattive, Apple TV e di “biblioteca estesa” della disciplina, aula di informatica, laboratori scientifici, biblioteca e spazi disponibili per lo studio pomeridiano, spazi all’aperto e palestre per lo svolgimento delle attività sportive).
La suddivisione degli studenti in canali, non più in classi/sezioni (similmente al sistema dell’università gli studenti sono distribuiti in canali indipendentemente dall’indirizzo scelto nelle materie comuni, e in specifici canali per quel che riguarda le materie di indirizzo)
Il trilinguismo (con l’avviamento di un percorso di certificazioni linguistiche in Inglese, Spagnolo e Francese).
La dotazione di strumenti digitali (tablet) per ciascun alunno.
L’ampliamento del monte-ore di Matematica, Fisica e Scienze.
La progettazione di moduli CLIL (attività didattica in inglese) in Scienze.
L’ampliamento del monte ore di Inglese con un modulo strutturale di conversazione.
L’attivazione del percorso di Arte per tutti gli indirizzi (articolato in aree di storia, disegno espressivo, disegno tecnico con Autocad).

Il primo biennio dei Licei ha il compito di formare le competenze di base degli studenti che saranno certificate al termine del ciclo. La nostra scuola potenzia la formazione di base di tutti gli studenti, portando al massimo livello possibile le competenze in ciascuna delle materie comuni; al contempo vengono valorizzate le doti della persona, consentendo percorsi di eccellenza umana e “accademica”, secondo le specificità dell’indirizzo scelto.
Le discipline del biennio si dividono infatti in un’area comune, costituita da materie comuni a tutti e tre i Licei, e in materie di indirizzo. Le lingue straniere sono potenziate, proporzionalmente alle specificità dell’indirizzo.  Tutte le classi svolgono un totale di 35 lezioni all’anno di moduli CLIL (Content and Language Integrated Learning) in inglese, francese e spagnolo, relativi a diverse discipline.

Articolazione delle lezioni del biennio

 

IL TRIENNIO
Il secondo biennio dei Licei e il quinto anno hanno lo scopo di formare le competenze avanzate degli studenti secondo le specificità dell’indirizzo scelto. Gli ambienti di apprendimento sono distribuiti per disciplina. Gli studenti sono divisi per sezioni o per canali a seconda della disciplina.

Articolazione delle lezioni del triennio

 

IL LICEO CLASSICO
L’attenzione alla formazione integrale della persona costituisce, da quasi cinquecento anni, il motivo ispiratore della tradizione educativa della Compagnia di Gesù. Il piano di studi del Liceo classico del Gonzaga rinnova tale tradizione, nella consapevolezza delle sfide e delle contraddizioni della società contemporanea. Il Liceo classico del Gonzaga, infatti, promuove la formazione di un sapere unitario fondato sulla conoscenza del mondo classico che privilegi la capacità di analisi, di valutazione e rielaborazione critica del presente, e sappia aprirsi ad una progettazione dinamica rivolta al futuro. La riflessione sulle culture e sui linguaggi è il centro intorno al quale verte la progettazione didattica: sul piano della formazione l’obiettivo è fornire agli allievi gli strumenti per un accesso qualificato e consapevole agli studi universitari e al progressivo passaggio all’impegno lavorativo e sociale.

Risultati di apprendimento specifici del liceo classico

Articolazione delle lezioni del triennio del liceo classico

 

IL LICEO SCIENTIFICO

 Il piano di studi del Liceo scientifico guarda a due tradizioni, da un lato al cuore umanistico della tradizione liceale italiana, caratterizzata da una solida formazione letteraria, storica, filosofica, linguistica, dall’altro allo sviluppo di un curricolo scientifico che interessa gli insegnamenti di matematica, fisica, scienze con una particolare attenzione alla dimensione laboratoriale (anche in questo caso bilingue). Il percorso formativo del liceo scientifico in particolare promuove lo studio delle discipline in una prospettiva scientifica e laboratoriale, la pratica dei metodi interpretativi e d’indagine propri dell’ambito matematico e fisico, attraverso l’esercizio della lettura, dell’interpretazione e della riappropriazione dei testi, l’esercizio alla collaborazione, alla argomentazione e al confronto, la ricerca e alla cura dell’esposizione pertinente ed efficace.

Risultati di apprendimento specifici del liceo scientifico

Articolazione delle lezioni del triennio del liceo scientifico

 

LA TUTORIA
Nel più ampio piano di rinnovamento della didattica dei Licei dell’istituto Gonzaga, con l’obiettivo di migliorare la cura personalis e la formazione integrale della persona, un qualificato gruppo di docenti e formatori insieme al preside, al responsabile della pastorale d’Istituto e con la consulenza tecnica dell’ufficio psicopedagogico di Istituto ha avviato un percorso di ricerca, approfondimento e miglioramento della metodologia tutoriale curandone l’aggiornamento della messa in pratica ai tempi correnti. Le attività di tutoria sono suddivise in
tre tipologie: personali, dirette tra tutor e studente; di gruppo tra tutor e gruppetto di studenti; seminariali di gruppo tra esperti di rilevanza nazionale e tutti gli studenti; laboratoriali scuola-famiglie tra tutuor, studenti e famiglie.

 GUARDA I PROFILI DEI NOSTRI INSEGNANTI E I SYLLABI DELLE MATERIE

I nostri insegnanti

L’ALTERNANZA SCUOLA LAVORO
Al Gonzaga ci siamo radicati nell’idea che lo scopo ultimo della secondaria di secondo grado al Gonzaga è una“formazione integrale” della persona che formi “l’essere” dello studente e lo renda capace di affrontare qualsiasi percorso lavorativo futuro con la “testa ben fatta” (E. Morin) e il cuore ben fatto. Dunque abbiamo concepito e disegnato l’alternanza scuola-lavoro come un percorso di educazione al lavoro che sia innanzitutto di apertura culturale, in continuità con quanto viene presentato tra i banchi di scuola e nelle altre esperienze formative co-curriculari; inoltre, l’alternanza scuola lavoro diventa un’occasione di orientamento per la scelta dell’università ed eventualmente anche per il lavoro futuro. I percorsi di alternanza sono organizzati seguendo alcuni assi culturali: la conoscenza e conservazione del patrimonio artistico, la “professione solidarietà”, e la ricerca-comunicazione, la conoscenza e tutela del patrimonio naturalistico.
Il percorso pluriennale diviene parte del curriculum dello studente; esso viene costruito lavorando in modo specifico, oltre che attraverso l’alternanza, con dei symposia ad hoc e con l’introduzione della flessibilità del curriculum all’ultimo anno dei licei.

Alternanza Scuola-Lavoro