2018 - Anno Giubilare Aloisiano

450 anni dalla nascita di San Luigi Gonzaga, patrono mondiale dei giovani

Jazz@school Estate diventa… Musiche dal mondo

Pamela Barone con Vincenzo Palermo

Il 5 giugno scorso si è tenuta al Gonzaga, sotto la tettoia destinata all’ingresso della scuola, per l’occasione trasformata in una magnifica arena estiva, il concerto Jazz@school Estate. L’edizione del concerto ha visto la presenza di tre cantanti che hanno portato il pubblico a fare un giro musicale per il mondo: Josefina Torino, già intervenuta nella edizione invernale, ha condotto la gremita platea nei tangos argentini. Pamela Barone, insieme a Vincenzo Palermo, ha accompagnato il pubblico in raffinate bossa nova o samba ricordando Vinicius de Moraes, Toquino ed altri grandi campioni della musica brasiliana. Giuliana Di Liberto ha aiutato a ripercorrere la storia della musica italiana d’autore e, infine, Giuseppe Milici ha accompagnato con la sua straordinaria armonica a bocca una serie di canzoni del repertorio nordamericano: da Isn’t She lovely a How deep is your love, sconfinando in casa partenopea con la grandissima I say ‘i sto ‘cca di Pino Daniele.

Josefina Torino in azione in un tango argentino

Due magnifiche band hanno accompagnato i diversi artisti: costante presenza alle tastiere del nostro Antonio Zarcone, insegnante dei ragazzi delle medie del Gonzaga e noto catalizzatore di musicisti sulla scena jazz palermitana, accompagnato da Pietro Zarcone e Fabrizio Francoforte nel repertorio argentino, italiano e nordamericano; e con una super-band di musica brasiliana con Gianni La Rosa e Sebastiano Alioto. Tra tutti i musicisti è spiccata la presenza di Sebastiano Alioto, che è ex-alunno del Gonzaga e sa dare un plus di percussività tale da rendere speciale ogni pezzo che suona.

Giuseppe Milici con la sua armonica

Due giovani hanno aperto il concerto: Alberto Santamaria alla chitarra e Marco Rini alla voce. Essi hanno ri-arrangiato una bellissima ballad di Elvis Costello, Baby plays around, e hanno presentato uno standard inedito, Waltz from Heaven, a cui ha partecipato anche padre Eraldo Cacchione, preside dei licei, in veste di chitarrista solista.

Il pubblico ha vissuto due ore di straordinaria intensità; numerosissimi gli applausi a scena aperta, fino al punto che ad un certo punto parte della platea ha iniziato a danzare.

Giuliana di Liberto

Il ricavato del concerto andrà in beneficienza alla scuola di Italiano per stranieri del Centro Astalli ospitata al Gonzaga, per formare un docente abilitato a rilasciare il titolo di Italiano B2.

Il concerto è stata anche l’occasione per presentare una nuova linea di casse acustiche per chitarra e basso di altissimo livello, frutto di un’idea germinata al Gonzaga. Si chiamano Yellow Dot e sono frutto di capacità costruttive sicule che meritano di essere conosciute.

Antonio Zarcone

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Prossimi eventi
  1. GONZAGA CAMP 2018

    giugno 11 @ 8:00 - luglio 20 @ 17:00