INFO DAY 26 GENNAIO 2018 ORE 16.30-20.30

LA SCUOLA-CAMPUS CON I LICEI PIÙ ALL’AVANGUARDIA

Dalla scuola dell’infanzia alla maturità, il Gonzaga offre un doppio percorso: la scuola italiana paritaria e quella internazionale IB che culminano con licei innovativi, unici in Sicilia: il classico in quattro anni, lo STEM (Science, Technology, Engineering, Mathematics) e il liceo internazionale (high school dell’International Baccalaureate).

E poi … la scuola media senza compiti a casa, le lingue potenziate per tutte le fasce d’età, il tempo pieno, la didattica con il digitale, un tutor per ogni studente e lo psicologo scolastico, gli scambi internazionali, e anche la mensa interna, i laboratori, la biblioteca, il teatro, la chiesa, gli spazi verdi e le strutture sportive rinnovate.

L’Istituto Gonzaga, fondato a Palermo dai Gesuiti quasi cento anni fa, ha formato generazioni di uomini e donne con ruoli di responsabilità nella società, accompagnando l’allievo nella sua crescita – dalla materna al diploma – attraverso un percorso educativo, culturale, spirituale al passo coi tempi, che mira alla formazione integrale della persona (competente, compassionevole, consapevole, responsabile: sono queste le caratteristiche più rilevanti che caratterizzano il profilo dello studente ignaziano).

L’avanguardia educativa del Gonzaga di oggi poggia sulle solide basi della tradizione di eccellenza umana e accademica che ha sempre distinto la scuola, appartenente alla Rete dei Collegi dei Gesuiti della Provincia Euromediterranea. La secolare missione educativa si fonda sul metodo rigoroso della pedagogia ignaziana, che, al servizio delle sfide di oggi, disegna percorsi innovativi che forniscono ai ragazzi le competenze adeguate alle nuove professioni e alle sfide del futuro, afferma P. Vitangelo Denora, nuovo direttore generale dell’Istituto.

Proprio per rispondere alle esigenze dei tempi e tener fede all’internazionalità che distingue la Compagnia di Gesù dalla sua fondazione da parte di Sant’Ignazio di Loyola, il Gonzaga, unico istituto nel sud d’Italia, ha affiancato alla scuola paritaria un percorso scolastico internazionale in lingua inglese: l’International School Palermo, che inizia con la nursery e culmina nel Diploma dell’International Baccalaureate di Ginevra, riconosciuto ai più alti livelli per l’accesso alle più prestigiose università del mondo, oltre che a quelle italiane.

Un contesto multiculturale, quello dell’ISP, con docenti tutti madrelingua, programmi internazionali, interdisciplinari, laboratoriali, in cui gli studenti hanno un ruolo attivo nel processo di apprendimento, che avviene principalmente in lingua inglese. È possibile accedere dai due anni alla pre-school, a cinque anni alla primary school, ma anche dopo la scuola primaria italiana, iscrivendosi alla middle School (corrispondente alle medie). Dopo la terza media si può essere ammessi, sostenendo una prova di valutazione, al liceo quadriennale diviso in due bienni: il primo costituito dai due anni terminali del “Middle Years Programme (MYP) e il secondo dal Diploma Programme (DP). A valutare in modo particolarmente positivo questo percorso di studi sono le università in tutto il mondo e le statistiche legate all’inserimento nel mondo del lavoro in posizioni di responsabilità.

Le innovazioni nella didattica e nell’organizzazione anche nella scuola italiana paritaria sono moltissime: la scuola dell’infanzia è quella che in città ha più iscritti e i ampi e rinnovati spazi interni ed esterni. La didattica vede la compresenza della maestra italiana e di quella inglese madrelingua, il tempo pieno facoltativo, la mensa con cucina interna, l’attività motoria e creativa, i laboratori pomeridiani.

La scuola primaria paritaria potenzia anch’essa l’inglese, insieme all’apprendimento del “metodo di studio” e di solide base per tutte le discipline. Dal lunedì al venerdì, con possibilità di tempo pieno, mensa, studio pomeridiano assistito e laboratori musicali e artistici.

La scuola media paritaria al Gonzaga si chiama “Scuola senza pesi“, non prevede i compiti a casa, ma garantisce comunque la completa preparazione dell’alunno. Questo nuovo modello di organizzazione, unico in Italia, infatti cerca di non gravare sul giovanissimo studente con carichi fuori dall’orario scolastico ma ne stimola in modo straordinario la curiosità intellettuale e il desiderio di conoscenza, grazie ad una pedagogia molto attiva e coinvolgente.

Dalle 8.00 alle 16.00, dal lunedì al venerdì, spiegazioni, esercitazioni e verifiche si alternano in blocchi di lezione da 100 minuti: i compiti si svolgono insieme a compagni e docenti, con impegno e attenzione al metodo di studio. I libri si lasciano a scuola nell’armadietto personale e dopo le 16.00 la vita nel campus prosegue con lo sport, le attività culturali, la biblioteca, il volontariato, il gioco e la condivisione.

I licei invece sono tre: lo scientifico, tradizionale e STEM – opzione scienze applicate (Science, Technology, Engineering, Mathematics); il classico (che ha ricevuto nei mesi scorsi l’importante riconoscimento di miglior liceo classico della città da parte della Fondazione Agnelli), che si articola anch’esso in tradizionale e quadriennale sperimentale; il liceo internazionale IB quadriennale in lingua inglese.

Tutti i licei del Gonzaga sono organizzati per canali secondo il modello anglosassone: è scomparsa, infatti, la classe, ma gli studenti, dotati di armadietti personali per i libri, si spostano in aule, sale e laboratori specifici per ogni materia. Così gli studenti dei diversi licei seguono le materie comuni in classi o gruppi “misti”, con grande vantaggio per l’apprendimento, perché vengono affrontate al livello accademicamente più elevato e per la socializzazione e poi si dividono per le materie caratterizzanti il percorso specifico.

Per chi ha attitudini scientifiche oltre allo scientifico tradizionale, il liceo più all’avanguardia è il Liceo Scientifico STEM, centrato su Scienze, Tecnologia, Ingegneria, Matematica. Unico in Italia nel suo genere, offre un curriculum scientifico potenziato dalle attività di ricerca e di laboratorio: prevede lo studio delle scienze in inglese, la lingua cinese, la statistica, la programmazione informatica e i “cultural studies” (letterature mondiali comparate) in una prospettiva fortemente internazionale.

Lo STEM è stato varato in partnership con enti e aziende che offrono la collaborazione di docenti e ricercatori per la conduzione dei reserch Fridays: Università di Palermo, ISMETT, Fondazione RIMED, University of Pittsburg Medical Center, Engineering spa.

Non meno innovativo è il liceo classico quadriennale, unico in tutta la Sicilia, che dal prossimo anno scolastico affiancherà quello in cinque anni, grazie al progetto di sperimentazione approvato dal MIUR per soli cento istituti superiori in tutta l’Italia.

Un percorso intensivo disegnato con modalità di istruzione innovative che permettono di raggiungere in quattro anni i medesimi obiettivi fissati per il liceo in cinque anni. Ciò grazie ad un curriculum fortemente esigente con una “didattica immersiva nella classicità” e un orario prolungato che consente di fare un lavoro più approfondito a scuola. Un liceo davvero “classico”, che potenzia il monte ore delle discipline caratterizzanti: il greco e il latino, la storia dell’arte ma anche l’inglese e realizza una armonizzazione storico-cronologica di tutti i percorsi nelle discipline umanistiche. Riallinea la conoscenza delle strutture grammaticali con lo studio degli autori, e lavora molto sui testi con numerose ore dedicate a laboratori di traduzione a scuola.

L’anno scolastico è esteso a 35 settimane (inizio anticipato a settembre e fine posticipata a giugno) e la didattica a scuola viene “integrata” con esperienze di ricerca e di azione sul campo: due settimane all’anno di immersione nei grandi temi della classicità (la vita quotidiana, l’archeologia, la riscoperta del mondo antico, il confronto fra le culture del mondo antico) svolte in luoghi-simbolo di ciascun tema di indagine: Roma, i siti archeologici della Campania (Napoli, Ercolano, Pompei…), la Grecia, la Terra Santa.

Il liceo internazionale, che conduce al Diploma IB è anch’esso quadriennale. Esso si propone di formare studenti che acquisiscano conoscenze vaste e insieme profonde, che si impadroniscano al alto livello di almeno due lingue, che raggiungano risultati eccellenti nelle materie tradizionali e che, soprattutto, raggiungano un alto livello di maturità fisica, psicologica, emotiva e morale. Per questo molte scuole della Compagnia di Gesù nel mondo lo adottano riconoscendo in esso quegli obiettivi di formazione integrale della persona e della cittadinanza globale.

Attraverso una pedagogia attiva, esso vuole fomare cittadini del mondo, aperti e solidali, pronti alle sfide di una società sempre più globale e interconnessa dove diventa prioritario lo scambio tra le diverse culture.

Sintesi tra un liceo scientifico e un linguistico, il liceo IB è centrato sugli ambiti disciplinari relativi alla lingua e letteratura inglese, italiana e spagnola, le scienze umane e sociali, le scienze naturali, la matematica, l’informatica, l’arte.

Tre elementi innovativi nel curriculum che vengono valutati all’esame finale: il corso di Teoria della Conoscenza (TOK), che ha al suo centro lo studio delle forme della conoscenza, volto a stimolare e consolidare lo spirito critico degli studenti anche a scopo orientativo per l’università. Il saggio lungo (EE, Extended Essay), che è un elaborato scritto durante l’ultimo anno, nella cui stesura lo studente acquisisce le competenze pratiche per la preparazione di una tesi di tipo accademico/scientifico. Il progetto CAS (Creativity Action Service), che prevede un coinvolgimento diretto dello studente in un ambito extra-scolastico combinando attività di natura creativa (es. musicale), di sport e di servizio (es. volontariato).

Per incontrare i coordinatori didattici e i docenti della scuola italiana e della scuola internazionale e avere tutte le informazioni dettagliate sull’organizzazione della didattica di può partecipare all’Infoday del 26 gennaio, dalle 16.30 alle 20.30.

Si può anche inviare una email a: comunicazione@gonzagapalermo.it, richiedendo un colloquio individuale con i responsabili dei diversi settori scolastici ed eventualmente una “school visit”, la possibilità di assistere alle lezioni delle prime classi.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Prossimi eventi
  1. SCHOOL VISIT

    gennaio 8 @ 8:00 - marzo 6 @ 17:00